"Si deve sempre rispetto alle religioni altrui.
Agendo in questo modo si esalta la propria religione e non si fa offesa alle altre"

Editto XII 
del re indiano Ash
oka 
(III secolo a.C.)

 
 

    Riunione annuale dei membri del DIM Italia 2018

Bologna-Novellara (RE)
11-13 ottobre 2018



“Il nostro vero viaggio è un viaggio interiore: è un impegno di crescita, di approfondimento, e un abbandonarci sempre più all’azione creativa dell’amore e della grazia nei nostri cuori”.

(Th. Merton)


Queste parole, scritte da Thomas Merton alla vigilia del suo viaggio in Asia nel 1968 e che sr. Cristina ci ha “ridonato” come omaggio all’inizio del nostro incontro, ci hanno condotto lungo la nuova tappa che quest’anno il nostro gruppo ha vissuto sulle vie dell’incontro interreligioso. Tappa straordinariamente intensa e dinamica, che ci ha visti vivere tanti e diversi doni nel breve tempo del nostro convenire insieme, grazie al lungo e accurato lavoro di preparazione che in particolare sr. Cristina e fr. Cesare hanno realizzato nei mesi precedenti.

Bologna2018_01




















Il numero dei partecipanti è stato particolarmente grande e variegato: trentadue, di cui ventidue monaci e monache cristiani di diverse appartenenze monastiche (benedettini/e, cistercensi, camaldolesi, Bose, Pulsano, clarisse, cappuccine, carmelitane, piccola famiglia dell’Annunziata), due monaci induisti, cinque monaci buddhisti appartenenti a due diverse scuole (zen e “tibetani”), un monaco taoista e due membri di una confraternita islamica sufi. Anche quest’anno abbiamo avuto la gioia di conoscere nuove sorelle e nuovi fratelli desiderosi di condividere il nostro cammino, e tra loro siamo stati particolarmente felici di accogliere, per la prima volta nella storia del gruppo DIM italiano, due sorelle del carmelo.

Alloggiati nell’accogliente e funzionale casa di spiritualità Cenacolo mariano di Borgonuovo alle porte di Bologna, il nostro incontro si è aperto, nel pomeriggio-sera di giovedì 11 ottobre, con il consueto momento di riunione tra i membri del DIM presenti. Tempo di fraternità vissuto in un clima di amicizia ormai ben fondato, che ci ha permesso di conoscere i nuovi membri, di condividere le belle esperienze fatte da alcuni di noi durante l’anno trascorso, di concordare il luogo e le date del prossimo incontro annuale (Milano, giovedì 10 – sabato 12 ottobre 2019).

Bologna2018_02

















 

Venerdì 12 ottobre si è aperto con una mezz’ora di meditazione zen guidata da Pino Doden, momento che ci ha resi aperti all’accoglienza dei numerosi doni che ci avrebbe riservato quest’intensa giornata. La mattina è trascorsa in una visita fraterna alla piccola famiglia dell’Annunziata nel loro monastero di Montesole. Dopo una breve ma intensa sosta ai luoghi degli eccidi più prossimi a Montesole, ad accoglierci abbiamo trovato i due superiori, fr. Paolo e sr. Caterina, che insieme ad altri fratelli e sorelle hanno condiviso un tempo di dialogo fraterno con noi. Guido, un membro della comunità delle famiglie che con i monaci e le monache condividono la regola e la spiritualità dossettiana, ci ha offerto una puntuale presentazione del ruolo della Parola di Dio che, studiata, meditata e celebrata, sta fin dagli inizi al centro della vita della comunità. Dopo aver partecipato alla preghiera dell’ora media insieme alla comunità, siamo tornati a Borgonuovo per il pranzo e una breve sosta di riposo.

Bologna2018_03

















 

Nel pomeriggio, un altro momento ci attendeva al centro di Bologna: su invito della chiesa locale, il nostro gruppo era atteso per un confronto con la realtà diocesana presso la chiesa universitaria di San Sigismondo. In questo momento pubblico, dopo un saluto del vicario della diocesi e di don Fabrizio Mandreoli, referente per l’organizzazione di questo evento, è stata proposta la visione del film documentario sul DIM La via dell’ospitalità. A seguire, un vivace dialogo tra i membri del DIM e i presenti (ahimè poco numerosi). La giornata si è conclusa con una prelibata cena di festa a buffet presso i locali della chiesa della Santissima Annunziata.

Bologna2018_04

















 

Sabato 13 il gruppo, dopo una mezz’ora di taiqi guidata da Annamaria Gyoetsu, si è messo nuovamente in movimento per l’ultima tappa dell’incontro: la visita al tempio (gurdwara) della comunità sikh di Novellara (re). Ad attenderci e poi ad accompagnarci nel tempo di visita vi era il vivace vice-presidente della comunità, ben inserita da tempo nel contesto della città emiliana. Dopo una breve introduzione e una sosta nel tempio, dove abbiamo avuto anche la gioia di assistere a un matrimonio, ci è stato offerto un delizioso spuntino. Guida preziosa all’interpretazione di ciò che abbiamo visto è stato poi il giovane e simpatico Amrit: grazie a lui abbiamo potuto conoscere gli elementi essenziali della religione sikh, dei suoi simboli, della sua storia e della sua spiritualità. Molte e diverse domande hanno manifestato la curiosità e l’interesse per questa via religiosa così accogliente e dai tratti così peculiari nel panorama delle vie religiose nate in Asia. Dopo il pranzo offerto dalla comunità sikh nei locali sottostanti il tempio, siamo ripartiti, alla volta dei rispettivi monasteri, con un intenso profumo di curry e cumino sui nostri palati e un vivace sentimento di gratitudine per il dono di questo incontro nei nostri cuori… Un riverbero evidente di tutto questo lo potete vedere sui volti ritratti nelle foto che condividiamo qui.

fr. Matteo Nicolini-Zani
 

Con gratitudine verso chi me le ha trasmesse, anche quest’anno condivido le parole scritte da alcuni partecipanti:

Grazie a voi tutti del DIM, in cui ci siamo sentite accolte con tanto calore fraterno, al punto che non mi pareva che fosse la prima volta … Davvero, ho colto un chiaro riflesso dei multiformi doni che il nostro Dio ci elargisce e Lo ringrazio tanto e sempre più.

Volevo, insieme alla mia comunità, ringraziare di cuore tutto il gruppo per l’apertura, il calore e la familiarità con cui ci avete accolto e accompagnato in questa nostra ricchissima, prima avventura con il DIM.

Veramente all'incontro del DIM sperimento sempre che l’altro mi veicola la presenza dell’Altro … Veramente è un grande dono poter partecipare a questo incontro tra persone care legate da uno Spirito comune, persone che durante tutto l’anno si portano reciprocamente nel cuore e tra le quali cresce invisibilmente ma molto concretamente e fortemente la comunione e la conoscenza: è il dono gratuito e sovrabbondante dell'incontro che sempre si rinnova!

Sorelle e fratelli carissimi, rivedervi, stare insieme a voi … mi ha pervaso di gioia e di spiritualità, le cui eco riverberano ancora nel mio cuore. Avevo bisogno di immergermi nel vostro amore. Grazie a tutti! … Non vedo l’ora di essere di nuovo in mezzo a voi.

 

  Contatti: info@dimitalia.com

  Site Map